Come realizzare contenuti web per i boutique hotel

I proprietari di hotel boutique sanno bene l’importanza di promuovere le caratteristiche, l’originalità e i punti di forza del proprio hotel che siano le promozioni sportive o la partecipazione ad eventi glamour o le convenzioni con i circoli di golf. Uno strumento fondamentale per promuoversi è senza dubbio il web, ma bisogna saper redigere degli ottimi contenuti per attirare l’attenzione e incrementare la propria credibilità.

Le basi per la redazione di buoni contenuti per il web

L’obiettivo di un albergatore è quello di indurre il potenziale cliente ad effettuare una prenotazione. I contenuti web ben scritti possono contribuire ad aumentare questa chance e la prima regola per scrivere dei buoni contenuti per il sito web di un boutique hotel è l’autenticità, l’originalità e la capacità di rendere accattivante la proposta alberghiera. Nella presentazione della propria attività è importante prendersi cura di ogni dettaglio e seguire i pochi e semplici consigli riportati di seguito

I 7 consigli per la redazione di buoni contenuti per i boutique hotel

È possibile sintetizzare cosa è necessario fare per valorizzare i contenuti del proprio sito aziendale in 7 passaggi:

  1. Approfondire la conoscenza dei clienti: è importante individuare il proprio target e sapere come e a chi rivolgersi. La personalizzazione dei contenuti è un’arma vincente e lo si può fare con un po’ di attenzione e ponendosi le giuste domande: Chi visita il tuo sito? Chi sono i clienti del tuo hotel? (famiglie, famiglie con bambini, giovani coppie, sportivi, gruppi di amici, amanti degli animali … ). Grazie ai registri alberghieri, si possono analizzare molti dati anagrafici dei clienti come la provenienza, l’età, la frequenza, la lingua che parlano e con questi elementi personalizzare i servizi e i linguaggi.

  2. Un argomento, una pagina web: ogni pagina del sito web deve essere chiara e impostata su un determinato argomento: chi siamo, camere, dove siamo, la pagina delle offerte, il form di prenotazione online, la pagina dedicata alla location, e quella dedicata agli eventi o al programma di attività a cui l’ospite può prendere parte (piscina, sauna, golf, equitazione, escursioni). Ci sono pagine principali e secondarie, ma in ciascuna deve essere dato il giusto spazio all’argomento di riferimento con un uso sapiente e contestualizzato delle parole chiave.

  3. Utilizzare i video: i contenuti multimediali e soprattutto quelli video hanno un grande potere comunicativo e attrattivo. Il video permette al cliente di visualizzare esattamente l’ambiente in cui andrà ad alloggiare. Il tempo di visione sul web è di circa 14 secondi, mentre 3 secondi sono sufficienti per decidere se continuare a vederlo oppure no; per riuscire a catturare l’attenzione di chi guarda il video bisogna pubblicare video brevi, ma salienti e renderli condivisibili sui social. Gli studi, tuttavia, rivelano che solo il 25% degli utenti vede il video per intero.

  4. Layout del sito: la struttura e la grafica del sito del tuo hotel sono fondamentali per comunicare lo stile e il grado di comunicabilità. Si consigliano linee chiare e pulite, formattazioni compatte, un carattere leggibile, un testo diviso in paragrafi. Ogni pagina deve contenere un titolo, un testo introduttivo, un contenuto centrale e un richiamo all’azione (call to action) che può essere l’invito a compilare il form di richiesta informazioni, o l’iscrizione alla newsletter, un invito a scaricare la brochure o un buono sconto o una prenotazione.

  5. Comunicare i punti di forza: saper evidenziare i punti di forza e i motivi per cui il potenziale cliente deve scegliere la tua struttura piuttosto che un’altra richiede sapienza e abilità. Fin dalla homepage – la vetrina di accesso – è importante evidenziare ciò che ti caratterizza: la location, la gastronomia, l’animazione, lo sport, i servizi offerti e così via…

  6. Upselling: si intende la promozione dei servizi extra. È importante incoraggiare il potenziale cliente a “spendere” per i tuoi servizi extra e aumentare il flusso dei guadagni. I servizi extra devono essere coerenti e ragionevoli con la proposta alberghiera e rispetto a ciò che il cliente può essere disposto a spendere. Un buon upselling contribuisce ad aumentare le entrate, così come migliorare il livello di soddisfazione del cliente. Una modalità collaudata è quella di presentare l’immagine di una camera di livello superiore a un prezzo poco superiore rispetto a quella che il cliente sta selezionando per la prenotazione.

  7. Favorire i feedback: le critiche aiutano a migliorare, per cui incoraggiare gli ospiti – che hanno realmente visitato e soggiornato nel tuo hotel – a lasciare un feedback è uno strumento utile per correggere o perfezionare i servizi, nonché prevenire le critiche negative sul web e su altri canali, anticipandone l’eventuale malcontento, sfruttando le recensioni o l’invio di e-mail post-soggiorno per esortare un parere.

Con pochi ma utili accorgimenti si possono realizzare contenuti per il tuo sito web aziendale in grado di contribuire a migliorare il tuo business e l’esperienza di soggiorno dei tuoi clienti, soprattutto se la location è da sogno come quella dell’Hotel Teatro Pace a due passi da Piazza Navona, il cuore del centro storico della Capitale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi