Che cos’è il Data Government Act

I dati e l'analisi avanzata di questi sono diventati, ai giorni nostri, un pilastro fondamentale delle democrazie moderne. Alla luce di ciò, e nel tentativo di capitalizzare quei valori e principi che hanno creato, nel corso dei secoli, un ambiente culturale che ha reso queste moderne democrazie l'entità unica che sono oggi, l'Unione Europea ha deciso di istituire una nuova legge chiamata "Data Governance Act" che, nel tempo, consentirà la creazione di una piattaforma comune il cui obiettivo primario è quello di facilitare lo scambio di informazioni tra le imprese e le istituzioni e di migliorare i processi di governance.

Lo scopo del Data Governement Act

La legge sulla governance dei dati fa parte di una strategia più ampia volta a preparare l'Europa alle sfide future in termini di crescita economica, coesione sociale e sicurezza. Si basa su tre pilastri: migliorare la regolamentazione, rafforzare la privacy e incoraggiare l'innovazione.

Nell'ambito dell'agenda per una migliore regolamentazione, l'UE intende aumentare la trasparenza in tutti gli aspetti legati alla governance dei dati – dalla loro raccolta al loro utilizzo – garantendo al contempo il rispetto dei diritti dei cittadini in ogni momento. La Commissione europea ritiene che questi cambiamenti promuoveranno la fiducia tra aziende e consumatori, consentendo a entrambe le parti di beneficiare appieno delle tecnologie dell'intelligenza artificiale che si svilupperanno nel tempo.

La legge stabilisce due principi fondamentali:

il diritto di accesso e di riutilizzo dei dati deve essere garantito a ogni cittadino, impresa o istituzione pubblica;

i dati devono essere utilizzati in modo etico e trasparente e devono rispettare determinate regole in materia di privacy e sicurezza.

L'impatto del Data Government Act nel Data Governance

Il Data Governance Act mira a proteggere la privacy individuale, ma ha anche importanti implicazioni per le aziende e le altre organizzazioni. La legge impone alle aziende di seguire linee guida rigorose quando raccolgono, archiviano, utilizzano e condividono dati personali con altri. Inoltre, richiede alle organizzazioni di essere trasparenti sulle loro pratiche e politiche in materia di dati, in modo che gli individui possano decidere con cognizione di causa se condividere o meno le loro informazioni con tali organizzazioni.

L'impatto di questa legge sulla governance dei dati non può essere sopravvalutato. Prima dell'approvazione di questa legge, non esistevano linee guida chiare su come le aziende dovessero gestire i dati personali e su cosa potessero fare con essi. Ora ci sono molte regole che disciplinano il modo in cui le aziende devono gestire i dati personali e cosa possono fare con essi una volta che li hanno ottenuti dai clienti o da altre fonti.

In conclusione

Alcune delle direttive più significative sulla protezione dei dati sono state create dall'UE. Il GDPR ne è un esempio. Sebbene la direttiva sia attualmente in fase di implementazione nell'UE e nel Regno Unito, tutti gli occhi sono puntati sull'Europa per vedere esattamente come influirà sul modo in cui le aziende si approcciano alla privacy dei dati, soprattutto alla luce dei recenti sconvolgimenti riguardanti la privacy degli utenti sulle piattaforme dei social media.