Controllo del processo produttivo, cosa da sapere

Il controllo del processo produttivo è fondamentale nei più diversi settori industriali e prevede sempre specifici step che vanno conosciuti e seguiti. Per prima cosa andranno sempre debitamente considerate importanti variabili, tra le quali: la tipologia della produzione, le sue dimensioni e la tipologia di ogni operazione da monitorare. Ogni azienda è diversa e lo stesso si può dire per ogni linea di produzione automatizzata.

Bisognerà capire al meglio come eseguire i controlli, ma anche quali dati raccogliere e quando farlo di preciso. Come puoi leggere su questo blog i controlli dei processi produttivi industriali svolgono un ruolo importante in azienda, in quanto consentono di individuare eventuali guasti o altre criticità in modo tempestivo, minimizzandone di conseguenza l’impatto sulla produzione e di conseguenza sul fatturato. Un esempio classico è la formazione di cariche elettrostatiche, che se non controllate e neutralizzate possono causare danni rilevanti alla produzione, attirando polvere sulle superfici, rallentando i macchinari e dando scosse fastidiose agli operatori, con un conseguente calo di produzione, sia quantitativo che qualitativo.

Come eseguire i controlli sui processi produttivi e quali dati raccogliere

A seconda della natura della produzione industriale bisognerà individuare i processi da monitorare. Si può anche optare per controlli su tutta la linea produttiva, introducendo ad esempio degli allarmi che scattino in caso si rilevi un qualsiasi tipo di anomalia. Altra strada è quella di effettuare dei controlli a campione.

Un aspetto importante riguarda la tipologia di dati da raccogliere durante i controlli. Questi possono essere di diversa natura, molto anche in questo caso dipenderà come è facile intuire dalla tipologia di produzione, l’obbiettivo sarà sempre quello di ottimizzare e migliorare il più possibile i processi produttivi. Importante sarà poi, in fine, la conservazione delle informazioni raccolte, che dovranno essere accessibili in modo facile e veloce, così da poter studiare al meglio il processo e impostare eventuali azioni correttive o di miglioramento a breve o lungo termine. In ogni caso un controllo che si riveli concretamente efficace andrà sempre effettuato quando eventuali anomalie possono ancora essere corrette, quindi mai a fine produzione, ma bensì durante la stessa.

Obbiettivi e vantaggi del controllo dei processi produttivi

Quali sono i principali vantaggi nel controllo e nella gestione dei processi produttivi? Avere un valido sistema di controllo dei processi produttivi è fondamentale per poter identificare tempestivamente le cause di eventuali anomalie e porvi quindi efficacemente soluzione.

I benefici per le aziende che adottano solidi controlli sui processi riguardano vari aspetti, tra i quali: un aumento della sicurezza, una produzione più regolare, sia per quantità che per qualità del prodotto finito, un minore spreco di risorse, un’ottimizzazione dei costi e un conseguente aumento dei profitti.

Grazie a un’adeguata gestione dei processi produttivi sarà possibile per l’azienda individuare con una certa facilità eventuali anomalie e prendere in modo rapido gli adeguati provvedimenti per ripristinare una situazione ottimale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi